giovedì 8 novembre 2007

Problemi di convivenza civile, fra quattro mura scolastiche

Perché tanti problemi nella nostra classe?
C'è uno strano rapporto, uffa.
Non si respira aria tranquilla, scolastica. Soprattutto per undici ore alla settimana, c'è tensione, voglia di sfogarsi in qualunque momento, inizia a mancare l'autocontrollo.

Poi c'è stata quella discussione al gruppo adolescenti sulla meritocrazia e sul ruolo dell'insegnante. Discussione, chiaramente, che ha fatto scattare una voglia di cambiare completamente sistema e reazioni verso di loro. Si può provare, no, a fare quello che ci viene chiesto, anche se quasi in condizione di impossibilità di rispettarlo? Almeno mostrarsi interessati a voler davvero condurre il programma in modo soddisfacente fino alla fine dell'anno, mostrarsi intenzionati a collaborare, sì, ciao!

Fin'ora si è usata l'arma dell'aggressione; e non ha funzionato, anzi... si potrebbe cambiare, ora, no?
Tanto per vedere che effetti ci saranno. E magari, confrontando l'uno e l'altro, tentare di raggiungere un equilibrio, e quindi non cadere né da un estremo, né dall'altro.

E' un po' lo stesso principio che ha spinto i Rappresentanti d'Istituto oggi a proporre di togliere per una volta la security: "tanto per vedere cosa succede, se qualcosa si muove. Altrimenti, è sempre lo schifo di sempre".

3 commenti:

LIBBY ha detto...

Togliere la security in un'assemblea d'istituto a scuola nostra è come togliere la polizia allo stadio durante una partita roma-lazio.Spero ci ripensino!
ciao a tutti^_^

giadatea ha detto...

scusa, davvero hai detto la security? mi setno così' vecchia....

Meghi ha detto...

No, ma tanto hanno votato per tenerla, alla fine.