domenica 18 novembre 2007

Su e giù

Gli alti tendono a ingobbarsi, i bassi a stare sulle punte.

I piccoli a diventare grandi, i vecchi a tornare infantili.

Chi finge ad essere più autentico, chi è mascherato a mostrarsi per quello che è.

La ricerca di una ponderazione da parte degli estremi.

6 commenti:

Cassa ha detto...

È l'entropia all'opera...

Lloyd ha detto...

belle parole

Mercy75 ha detto...

scusa piccolo spammino; come hai tre colonneeeeeeeeeee comeeeeeeeeeeeee?????? ankiooooooooooo ahahhhhhhhhhhhhh

Mercy75 ha detto...

cosaaaaaaaaaaaa hai 15 anni e sei cosi bravo a fare i blogsssssssssss ma comeeeeeeeeee io alla tua eta era tanto se tenevo il diario e andavo a ballare oddiooooooooo ma come hai fatto la terza colonna?

Chiara ha detto...

C'è un limite sottile tra ricerca e costrizione. Gli estremi esistono nella misura in cui c'è un mezzo. E se l'estremo fosse il mezzo? Che dimensione dai all'umanità?

Dai piccoli ci si aspetta qualcosa di piccolo, e quando danno forma a qualcosa di grande, li si vede più grandi. Da un grande ci si aspettano cose grandi, ed è più facile essere delusi. Si osserva meglio chi si maschera, e se ne vede più verità rispetto a chi si ritiene mostri tutto.

E se fossimo tutti daltonici e i daltonici vedessero tutto com'è veramente? E se fossimo burattini pilotati da un essere superiore?...

Meghi ha detto...

A Mercy: innanzitutto sono una lei... una ragazza. Secondo, per la terza colonna c'è tutto un discorso da fare. Se vuoi, prova a vedere da questo post.