venerdì 18 gennaio 2008

Avere la forza...

Ci sono momenti in cui tutto è perfetto. Ogni impegno incastrato con gli altri nel migliore dei modi, ogni discussione con gli amici fila, così come quello con i genitori o con i fratelli. Ogni pensiero ha un ordine e la capacità di autocontrollo supera quella di vagare tra i troppi ricordi che scombinano l'umore ogni tre secondi.

Un equilibrio perfetto, tra fuori e dentro.

Ecco, tutto è perfetto. No, l'unica cosa perfetta è l'illusione di questa condizione.

Ci sono pochi elementi che mi fanno rallegrare in una giornata, poche persone; talvolta basta una frase; soprattutto quando vengono senza cercarle, altrimenti sarebbe un'autofregarsi. Quelle espressioni, quegli sguardi che colgono di sorpresa e si stagliano davanti agli occhi che immaginano nei momenti più impensabili, senza preavviso... E ti chiedi il perché.
Perché? Perché mi è così caro?

Cade dal cielo, forse? Un sorriso, una persona? Può atterrare dal cielo? Chi l'ha fatta atterrare lì?
Non rimane altro che ammirarla, a quel punto, sperando che nessuno la togli da lì. Non è una statua, si muove, ma la posizione che occupa nella tua scala di affetti rimane quella, quella è intoccabile.

Parlavo di momenti perfetti, all'inizio. Non a caso. Questo mi sembrava un momento perfetto.
Mi rimaneva quella, di persona, ma qualcuno me l'ha allontanata.
E io cosa mi rispondo ora alla domanda: perché? Causa mia? Sua? Di altri?

Socchiudo gli occhi, lascio scorrere... Li riaprirò quando il fiume in piena che mi ha travolto avrà cessato la sua azione distruttiva, e non rimarrò che cullata dalle acque che porteranno soltanto i residui della furia con cui si sono scatenate. Solo allora li riaprirò.

1 commenti:

gianluca ha detto...

ciao, ho comprato un dominio personalizzato e ti chiedo di cambiare l'indirizzo del blog [R]EVOLUTION da gianluca-revolution.blogspot.com a:

www.gianlucapistore.com

grazie ciao :)